Home Eventi

Veronese inciso

Veronese inciso
Stampe da Veronese dal XVI al XIX secolo

 

 

 


Si inserisce nell’itinerario “ Scopri il Veneto di Paolo Veronese ” con altre 4 mostre e 32 siti intitolati al grande artista del Cinquecento Veneto la mostra che i Musei civici di Bassano del Grappa dedicheranno a settembre alla fortuna di Veronese nella stampa “di traduzione”. Sarà così segnalata con larga evidenza l’enorme fama dell’artista e le capacità tecniche degli incisori di rendere con i tratti segnati sulla lastra la felicità e l’esuberanza del colore del Caliari.

 

 


La scelta di 58 fogli consente di riconoscere quasi tutti i capolavori del grande artista, alcuni irrimediabilmente perduti, opere riprodotte tra acqueforti e xilografie, tra la fine del Cinquecento fino a tutto il Settecento, a partire dalle acqueforti contemporanee di Agostino Carracci. Un paio di secoli più tardi, in pieno Neoclassicismo, la produzione più corrente dei Remondini non esita a tradurre nei segni fortemente inchiostrati la magniloquenza del disegno più che la felicità del colore, documentando per il mercato un artista la cui fama, complici il barocco e Tiepolo, non aveva mai visto flessioni.

Nella seconda metà del Settecento Giuseppe Remondini raccoglie una consistente collezione di incisioni a paragone, modello e supporto tecnico della produzione calcografica e tipografica della più grande stamperia dell’epoca, prima in Europa – è l’Encyclopédie a ricordarlo - per numero di addetti e quantità della produzione. Tale fondo, donato nel 1847 alla città dall’ultimo erede, Giambattista, è il nucleo fondante per il più recente tra gli antichi musei bassanesi - premio ICOM 2010 – prezioso giacimento di questa e delle altre mostre che il Museo della stampa Remondini va via via proponendo dal 2007.

Posto d'onore in mostra per i legni xilografici incisi, con tecnica da lui inventata, dall'inglese John Baptist Jackson, tutti ceduti a Giuseppe Remondini, che saranno esposti assieme ad una selezione dei fogli da lui eseguiti sulle opere di Veronese. Una chicca che, in mezzo a stampe multiple, da sola vale il viaggio a Bassano, per gli addetti ai lavori e per chi vuole capire come le immagini si propaghino grazie alla forza espressiva delle immagini stesse.

Curata da Giuliana Ericani e corredata da catalogo la mostra “Veronese inciso” resterà aperta nella Sala delle Spade a Palazzo Sturm fino al 19 gennaio 2015.

Museo della stampa Remondini - Palazzo Sturm, Via Schiavonetti - Bassano del Grappa

Dal 14 settembre 2014 al 19 gennaio 2015

Orario:
 Martedì - sabato: 9:00 - 13:00 e 15:00 - 18:00
 Domenica e festivi: 10:30 - 13:00 e 15:00 - 18:00
Chiuso i lunedì non festivi, 25 dicembre e 1 gennaio

Ingresso:
Intero € 5,00; ridotto € 3,50

Informazioni:
 tel. 0424 519940
 mail: info@museibassano.it
Fb/museibassano

 

 

Data inizio mostra

 

14/09/2014 10:30

 

Data fine mostra

 

19/01/2014 18:00